fbpx

ENERGIA LUCE: Come fare una voltura

Stai traslocando e la luce è intestata ancora al vecchio inquilino? Allora hai bisogno di una voltura!

Spesso capita che quando traslochi e vai in una nuova casa ti ritrovi tutte le utenze (acqua, luce, gas e telefono) già attive ma intestate alla persona che ci viveva prima. In questa situazione di “disagio” cosa bisogna fare? La voltura è la risposta a questa domanda! È una pratica che ti consentirà di diventare l’intestatario di tutte le forniture già attive e funzionanti (ovviamente dovrai gestire separatamente ogni voltura). Di seguito troverai tutte le informazioni per scoprire come fare una voltura su un contratto di fornitura elettrica.

Che cos’è una voltura?

È il cambio intestatario di una fornitura da un cliente ad un altro con lo stesso fornitore, senza alcuna interruzione dell’erogazione di energia elettrica.

Quali sono i dati che devo comunicare?

Per richiedere una voltura bisogna rivolgersi al fornitore che sta erogando l’energia elettrica, dimostrare che si ha il titolo per chiedere il cambio intestatario della fornitura (in qualità di titolare dell’utenza, di proprietario dell’immobile o di affittuario, etc.) ed inviare il modulo di voltura completo delle seguenti principali informazioni:

  • Dati anagrafici: Nome e Cognome, Data e Luogo di nascita, Codice Fiscale, Residenza, Contatti (telefono ed e-mail) del precedente e del nuovo intestatario della fornitura persona fisica. Se, invece, si tratta di una persona giuridica, Ragione Sociale, Sede Legale, Codice Fiscale e Partita IVA.

  • Indirizzo di fornitura: Via e numero civico, Città, Cap e Provincia in cui si chiede l’attivazione della fornitura.

  • Codice POD: è il numero che identifica il contatore. Ogni contatore ha un codice univoco che puoi rintracciare su una qualsiasi bolletta intestata al precedente intestatario della fornitura.

  • Potenza disponibile e tensione: in base alla destinazione dell’immobile (se ci vivrà una famiglia o se verrà svolta un’attività), degli elettrodomestici o strumenti che dovrai utilizzare, devi stabilire la potenza e la tensione.

In quanto tempo avrò energia elettrica?

Secondo l’ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti Ambiente, per la registrazione della voltura occorrono almeno 4 giorni lavorativi dalla richiesta del cliente:

  • Il fornitore entro 2 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta comunica al cliente richiedente l’accettazione della voltura;

  • Infine occorrono altri 2 giorni lavorativi per la registrazione.

Quanto costa la voltura?

Il costo per la voltura può variare in base al fornitore. Nel mercato tutelato bisogna considerare:

  • 26,13 € per oneri amministrativi (più IVA 22%)

  • 23 € contributo fisso (più IVA 22%)
  • 16 € imposta di bollo

  • Eventuale deposito cauzionale

E con Portici Energia?

Con Portici Energia paghi la voltura 49€ IVA inclusa e non devi chiamare un call center e parlare con diverse persone. Basta venire al Portici Energia Store, Piazza San Ciro n 37 – Portici, ed affidarsi ad un nostro consulente che ti aiuterà a compilare il modulo e inoltrerà per te la richiesta di voltura. Oppure puoi inoltrare la richiesta ad info@porticienergia.it.

Hai bisogno di una voltura? Rivolgiti a Portici Energia Store!

VUOI RICEVERE ALTRE INFO SU PORTICI ENERGIA?
Commenti
2019-07-16T16:49:55+02:00 Portici Energia Store|
it_ITItalian
it_ITItalian