fbpx

ENERGIA LUCE: Come leggere il contatore della luce

Vuoi tenere sotto controllo i consumi energetici? Ecco come leggere il contatore della luce.
ENERGIA LUCE: Come leggere il contatore della luce

Spesso, quando arriva la bolletta, restiamo stupiti di fronte ai consumi che non ci aspettavamo così alti. Per evitare di avere cattive sorprese e per controllare il consumo di energia, in modo tale da poter intervenire sull’utilizzo di strumenti ed elettrodomestici per risparmiare energia elettrica, possiamo utilizzare il contatore della luce.

Il contatore è un dispositivo che serve a misurare il flusso di energia che viene utilizzata. Tuttavia, può fornirci una serie di informazioni utili, come l’energia consumata e le fasce orarie di maggior utilizzo.

Come leggere il contatore della luce

Dal 2001 il contatore elettronico ha preso il posto di quello meccanico, perché in grado di trasmettere i consumi direttamente alla centrale tramite la telelettura, senza che un incaricato debba recarsi sul luogo per l’autolettura. Il nuovo contatore permette all’utente di avere in tempo reale preziose informazioni sui consumi: controllare la potenza assorbita dagli elettrodomestici, verificare i consumi per fasce orarie, etc.

Adesso vediamo come si presenta e come leggere il contatore della luce.

Il contatore ha un display centrale sul quale vengono visualizzate tutte le informazioni. In basso a destra c’è un pulsante che pigiandolo ti permette di vedere tutte le info sui tuoi consumi.

Ecco tutti i dati che puoi conoscere facendo man mano pressione sul pulsante:

  • Numero cliente (a volte codice o identificativo cliente);
  • Tariffa contrattualmente applicata: T3 identifica un contratto a tariffa fissa, T2 e T3 se è una tariffa bioraria;
  • Lettura dei consumi nelle tre fasce orarie F1, F2, F3;
  • La potenza istantanea assorbita in kW indica i consumi in tempo reale della tua abitazione: puoi capire quanta energia in termini di potenza consuma ogni elettrodomestico;
  • Consumo di energia elettrica attiva riguardante il periodo di fatturazione in corso. È espresso in kWh e indicato con A1, A2, A3, rispettivamente alle fasce orarie F1, F2 e F3;

  • Potenza massima assorbita P1, P2 e P3 rispettivamente nelle fasce orarie F1, F2e F3;
  • Consumo di energia A1, A2, A3 e potenza massima assorbita P1, P2, P3, sempre ripartiti per fasce orarie, relativi al periodo di fatturazione precedente;

In basso al display ci sono due levette che ti consentono di attaccare e staccare la luce. Sono le stesse che “scattano” quando manca la luce perché hai superato la potenza disponibile del contatore (es. quando va via la luce perché stai utilizzando più elettrodomestici con un alto consumo). Quando, invece le luci rosse del contatore sono accese vuol dire che non c’è consumo di energia elettrica da almeno 20 minuti.

Come hai potuto capire, è importante saper leggere il contatore elettrico perchè hai la possibilità di monitorare i tuoi consumi energetici; inoltre puoi avere anche una serie di altri dati ed informazioni utili.

Come controllo i consumi energetici con Portici Energia?

Con Portici Energia puoi controllare i tuoi consumi direttamente dalla bolletta mensile che ti permette di monitorare la tua spesa energetica; in più puoi fare la stessa cosa facendo l’accesso dall’area riservata “GAIA”.

Hai bisogno di un aiuto nella lettura del contatore della luce? Rivolgiti a Portici Energia Store!

VUOI RICEVERE ALTRE INFO SU PORTICI ENERGIA?
Commenti
2019-07-18T09:34:25+02:00 Portici Energia Store|
it_ITItalian
it_ITItalian