fbpx

ENERGIA LUCE: Come fare un subentro

Non hai corrente e vuoi riattivare il contatore? Ecco cosa devi fare per effettuare un subentro ed avere energia in pochi giorni.
ENERGIA LUCE: Come fare un subentro

Devi cambiare casa e non hai la luce? Stai aprendo un’attività, il contatore è disalimentato, e non sai come attivare l’energia elettrica? Quello che devi semplicemente fare è un subentro, scegliendo liberamente un fornitore, che ti permetterà di avere la corrente in pochi giorni e di utilizzare tutti gli strumenti che necessitano di energia. Di seguito troverai tutte le informazioni per scoprire come fare un subentro.

Che cos’è un subentro?

È la procedura di attivazione della fornitura di energia elettrica da parte di un nuovo cliente, dopo un periodo di discontinuità in cui il contatore era stato disattivato dal precedente intestatario.

Quali sono i dati che devo comunicare?

Per richiedere un subentro è necessario rivolgersi ad un fornitore di energia e compilare il modulo che ti viene sottoposto comunicando le seguenti principali informazioni:

  • Dati anagrafici: Nome e Cognome, Data e Luogo di nascita, Codice Fiscale, Residenza, Contatti (telefono ed e-mail) del precedente e del nuovo intestatario della fornitura persona fisica. Se, invece, si tratta di una persona giuridica, Ragione Sociale, Sede Legale, Codice Fiscale e Partita IVA.
  • Indirizzo di fornitura: Via e numero civico, Città, Cap e Provincia in cui si chiede l’attivazione della fornitura.
  • Codice POD: è il numero che identifica il contatore. Ogni contatore ha un codice univoco che puoi rintracciare su una qualsiasi bolletta intestata al precedente intestatario della fornitura.
  • Potenza disponibile e tensione: in base alla destinazione dell’immobile (se ci vivrà una famiglia o se verrà svolta un’attività), degli elettrodomestici o strumenti che dovrai utilizzare, devi stabilire la potenza e la tensione.

In quanto tempo avrò energia elettrica?

Secondo l’ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti Ambiente, il contatore disalimentato deve essere riattivato entro 12 giorni dalla data di richiesta da parte del nuovo intestatario.

  • Il fornitore ha 2 giorni lavorativi per trasmettere la richiesta al distributore;
  • Il distributore ha 10 giorni lavorativi per attivare la fornitura.

Se l’attivazione della fornitura dovesse tardare per cause imputabili al distributore locale, il cliente (dotato di un contatore fino alla classe G6) riceverà automaticamente un indennizzo che va da un minimo di 35€ ad un massimo di 105€.

Quanto costa il subentro?

Il costo per il subentro può variare in base al fornitore. Nel mercato tutelato bisogna considerare:

  • 26,13 € per oneri amministrativi (più IVA 22%)
  • 23 € contributo fisso (più IVA 22%)
  • 16 € imposta di bollo
  • Eventuale deposito cauzionale

E con Portici Energia?

Con Portici Energia paghi il subentro 49€ IVA esclusa e non devi chiamare un call center e parlare con tante persone. Basta venire al Portici Energia Store, Piazza San Ciro n 37 – Portici, ed affidarsi ad un nostro consulente che ti aiuterà a compilare il modulo e inoltrerà per te la richiesta di subentro. Oppure puoi inoltrare la richiesta ad info@porticienergia.it. Hai bisogno di una voltura? Rivolgiti a Portici Energia Store!

VUOI RICEVERE ALTRE INFO SU PORTICI ENERGIA?
Commenti
2019-07-18T09:37:54+02:00 Portici Energia Store|
it_ITItalian
it_ITItalian